Essere green? Aiuta il Pianeta e può essere un ottimo investimento.

Quello dell’ecologia è un concetto che tutti dovremmo conoscere e applicare nella nostra vita quotidiana: raccolta differenziata, riduzione dei consumi, energie rinnovabili e tanto altro ancora. Anni e anni di lotte per limitare i danni dell’uomo hanno spesso ricevuto una risposta diffidente o, peggio ancora, una reazione contraria che ha portato ad un aumento dell’inquinamento e del surriscaldamento globale. Tuttavia, un po’ per moda, un po’ perché le conseguenze sono sempre più visibili ad occhio nudo, i clienti sono sempre più propensi a rivolgersi ad aziende attente al tema ambientale.

Ciò ha portato alla nascita del Green Marketing, conosciuto anche come Marketing Sostenibile, Marketing Ecologico o Environmental Marketing. Questa nuova tecnica di mercato pone al centro della promozione l’impegno delle aziende nel creare prodotti e servizi rispettando l’ambiente e partecipando alla lotta contro il surriscaldamento globale o la distruzione degli habitat di animali e vegetali.

Aiutare il pianeta rappresenta un investimento economico per l’azienda e per le future generazioni. In più, aumenta la reputazione dell’impresa. È facile intuire che più il giudizio è positivo e migliori saranno le sue prospettive. Questo perché le responsabilità dei danni sull’ambiente vengono spesso attribuite alle grandi multinazionali e non ai singoli individui, in quanto anni e anni di riversamenti nell’ambiente di sostanze tossiche, hanno portato ad una sfiducia generale verso le grandi compagnie. È quindi un dovere per le imprese ridurre al minimo le problematiche aziendali e comunicare questi sforzi ai propri clienti.

 

Come si fa Green Marketing?

Per essere green è necessario, innanzitutto, essere coerenti e puntare sull’ecosostenibilità in ogni aspetto dell’azienda coinvolgendo ogni parte del processo produttivo per finire allo smaltimento dei rifiuti. Ad esempio, promuovendo l’utilizzo di materie prime ecosostenibili ma anche di packaging riciclabili. Creare prodotti con ingredienti naturali, non sperimentati sugli animali e che non contribuiscono all’inquinamento hanno tutte un impatto molto positivo sulla comunicazione. È possibile trasmettere ciò che si fa, ma anche educare il consumatore su ciò che potrebbe fare, ad esempio fornendo istruzioni su come riciclare le confezioni. Anche lo staff dell’azienda stessa può essere educato, o meglio, incentivato a ridurre i consumi e riciclare.

La coerenza è fondamentale. Se questa viene meno, si può incappare nel greenwashing. Il greenwashing è una strategia di comunicazione finalizzata a costruire un’immagine ingannevolmente positiva sull’impatto ambientale. Ad esempio, sfruttare il colore verde e i termini “bio” o “ecosostenibile” su prodotti non bio al 100% o su confezioni non riciclabili. Peggio ancora, lanciare nel mercato confezioni o prodotti che non hanno un impatto ambientale realmente positivo come promosso.

 

Essere green è quindi un grande impegno, ma ne vale sicuramente la pena per il futuro. Dopotutto, anche noi viviamo su questo pianeta.

© 2020 MadeOf. All Rights Reserved. Designed By Capera.it - Restyling by GrecTech Agency

Cerca

Questo sito si avvale di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo con la navigazione in altro modo, acconsenti ad utilizzare i cookie. Per saperne di piu'

Approvo